Il Pinot Nero

Il Pinot Nero

Quando bevo il grande Pinot Nero
errabondo diventa il mio cervello.
Ed é la pancia che vibra, ma davvero.

E non ci trovo i frutti e i funghi e il caffè tostato.
ci trovo solo il Pinot Nero.
Lo amo, profondamente.
e mi mette in difficoltá, in soggezione oserei dire.
Lui che fa di me quel che vuole.
Mi stravolge, m´assilla.
É quella vibrazione che ti sale lungo la schiena
e non capisci.
ti guardi intorno e vorresti associare
ma ti mancano i profumi dei fiori e dei frutti,
delle spezie e della terra.
Poi respiri profondamente e ritenti e riprovi e
ripensi …ma ti mancano le parole.
Ed é quando ti vien da gridare
e quello che ti manca é un salto motale,
é allora che intuisci e vorresti salire
sulla cima piú alta del mondo ed esclamare:
ti adoro, Pinot Nero.

michil costa, Bibenda

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...