Michil del Perla di Corvara diventerà assessore all’estetica?

“Mala tempora currunt” continua a dire il nostro beneamato presidente onorario di Slow Food Carlin Petrini alias Gandhi (la battuta non è mia è di Giulio Anselmi direttore della Stampa: “Petrini, bravissimo, ma si crede Gandhi”). Brutta aria e allora bisogna impegnarsi in politica per fare diga al crollo dei valori non solo gastronomici. Così un cuoco grandioso come Fulvio Pierangelini finisce a fare l’assessore alle “Mani in pasta” al comune di Salemi nella giunta del sindaco Vittorio Sgarbi. E adesso sappiamo che Michil Costa (Michele in ladino, ma sappiate che ha anche un secondo nome più teutonico: Gustav) del leggendario Hotel La Perla a Corvara in Val Badia, forse il più bell’albergo delle Dolomiti, e deux ex machina dello strepitoso ristorante (interno all’hotel) “La Stua de Michil”, decide di rompere gli indugi e di candidarsi (vedi il blog) con i Verdi-Grüne-Verc (il trilinguismo è d’obbligo nelle valli Ladine) alle prossime elezioni amministrative provinciali della Provincia Autonoma di Bolzano – Bozen. Il nostro verde erore si mette contro il potentissimo Landesahuptmann (Presidente della Giunta Provinciale) Luis Durnwalder della SVP (Südtiroler VolksPartei), in nome dell’ambiente e del ladinismo. Vuole combattere Durnwalder sul suo stesso terreno in base al sillogismo: se gli altoatesini sono una minoranza per gli italiani, i ladini sono una minoranza per gli altoatesini di lingua tedesca. Il suo motto, in ladino un po’ “celentaniano” è “Per na politica plu rock y manco da mufa” (per una politica più rock e senza muffa). E se verrà eletto si propone per divenire l’assessore all’estetica. Intanto si è scagliato contro il ministro Brunetta reso di voler smantellare l’istituto ladino “Majon di Fascegn” in Val di Fassa. E ne ha anche per la Lega Nord che di batte per i dialetti padani e i localismi, ma non difende i ladini.
E’ l’ultima impresa di un personaggio eclettico e poliedrico, il classico tipo una ne fa e cento ne pensa, oltre al Perla e alla Stua de Michil (ristorante con regolamentare stella Michelin e altri ottimi voti su tutte e guide gastronomiche), Michil che è un po’ gandhiano (come Petrini), e ha creato sotto l’albergo una meravigliosa cantina, la Mahatma wine (in omaggio alla grande anima de vino) che oltre a conservare bottiglie fantastiche (compresa la più ricca e completa collezione di Sassicaia “in der welt”) è una emozionante installazione multi sensoriale. Ancora Michil è presente della Maratona delle Dolomiti, la più ambita e tremenda gara ciclistica che si svolge sui Monti Pallidi (a proposito da oggi cominciano e prenotazioni), è presidente dell’Unione dei Ladini e animatore della Costa Foundation, una fondazione che si occupa di dare rifugio e assistenza ai bambini in Tibet e molte altre cose ancora.
I gourmet e gli enofili all’annuncio dell’impegno politico del nostro eroe sono in trepidazione, se verrà eletto avrà ancora tempo e passione da dedicare alle sue creature Mahatma wine e Stua de Michil?

Francesco Arrigoni, Corriere Della Sera.it, 22.10.2008

Un pensiero su “Michil del Perla di Corvara diventerà assessore all’estetica?

  1. Angelo G.

    Cari amici,

    ho letto sul Corriere della Sera di giovedì 22 ottobre della ricerca condotta dalla Rivista del Turismo secondo la quale la palma delle vittoria, prima assoluta, viene riconosciuta a Corvara.

    Quanto merito ha avuto la famiglia Costa nel conseguimento di questo eccellente risultato ?
    Quanto la famiglia Costa è stata vicina ai colleghi del settore alberghiero/ristorazione ed alle autorità, promuovendo e favorendo la crescita professionale ed aiutando i politici a comprendere che soltanto convogliando le energie di tutti verso la messa a frutto delle straordinarie risorse naturali con l’amore e nel rispetto dell’ambiente e’ possibile ottenere i risultati che vi hanno premiato ?
    Quanto ha influito la promozione fatta dalla vostra famiglia, per fare conoscere le vostre bellezze, condotta ovunque, persino sui campi da golf agganciando anche là nuovi visitatori entusiastici di Corvara ?
    Cosa potrà ancora dare in futuro la famiglia Costa accogliendo la candidatura di Michil ad un percorso politico che si ispira al servizio in favore dell’interesse comune ed alla donazione alla comunità della valle di tempi inevitabilmente sottratti all’attività propria alberghiera ?

    Le domande sono inevitabilmente retoriche, la risposta sta già nelle domande stesse.

    Complimenti di cuore a tutta la famiglia,

    Angelo G.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...