Il Silenzio dolomitico

Michil and time„ma che bene che ha parlato“ si sente dire. Di noi si dirà “ma che bene che sono stati zitti”. Non dire niente non significa non avere nulla da dire. È dal Silenzio che nascono le grandi idee, è il Silenzio che ti regala la consapevolezza del proprio respiro. Di quel respiro che a noi, sinceramente, a momenti ci è mancato nel primo giorno del Silenzio della nostra Casa. Saranno però i momenti che ci ricorderemo, molto più di tutti quei momenti che abbiamo respirato.
Voi, cosa ne pensate? Vi siete annoiati? Divertiti? Cosa vi aspettavate? Lo rifaremo insieme?
Un forte abbraccio a chi c’è stato, un abbraccio caldo e sincero e silenzioso. Come un raggio di Sole Dolomitico

michil

32 pensieri su “Il Silenzio dolomitico

  1. P. B.

    NEL SILENZIO VIVO

    Il silenzio è mitezza
    Quando non rispondi alle offese,
    quando non reclami i tuoi diritti
    quando lasci la tua difesa a Dio.

    Il silenzio è misericordia
    Quando non infierisci sulle colpe dei fratelli,
    quando dimentichi senza frugare nel passato,
    quanto il tuo cuore non condanna, ma perdona.

    Il silenzio è pazienza
    Quando soffri senza lamentarti,
    quando non cerchi d’essere consolato, ma consoli,
    quando attendi che il seme germogli lentamente,

    il silenzio è umiltà
    quando accogli nel segreto il dono di Dio,
    quando non opponi resistenza all’arroganza,
    quando lasci ad altri la gloria e il merito.

    Il silenzio è fede
    Quando ti fermi a contemplare il suo volto,
    quando ascolti la Sua presenza nella bufera,
    quanto taci, perché egli parli al tuo cuore.

    Il silenzio è adorazione
    Quando non chiedi il “perché” nella prova,
    quando t’immergi nella sua volontà,
    quando dici: tutto è compiuto”.

    P.F. William Faber

    *** ** ***

    Il frutto del silenzio è la preghiera
    Il frutto della preghiera è la Fede
    Il frutto della Fede è l’amore
    Il frutto dell’amore è il servizio
    Il frutto del servizio è la pace

    Madre Teresa di Calcutta

    ** *** **

    Grazie Carissimo Michil,
    del dono che ci hai fatto.
    Ritorno a caso felicissimo!

    P. B., Corvara, 19.09.09

  2. Claudia

    Ci sono meraviglie che spesso non vengono raccontate o vissute. Ci sono momenti che spesso vengono dimenticati in un cassetto, per il tempo della città che frenetico corre. Ma ci sono “magie” che ti riportano all’essenza di ciò che siamo ed è questo il Silenzio che ho vissuto da te Michil. È quel Silenzio per cui una volta a casa, mi sono di nuovo innamorata di ciò che sono e ho avuto il coraggio di dire ciò che sono e ciò che provo a chi voglio bene.
    Se solo trovassimo una manciata di minuti, nella nostra giornata, per lasciar parlare altro che non sia la nostra voce… forse, accadrebbero tante altre piccole o grandi magie…
    Giulan Michil

  3. Peter

    E’ stata una serata che mi auguro si possa ripetere. Ho meditato (specialmente durante la performance artistica), ho gustato la cena , il vino. Ho scherzato , ho riso. Non l’avrei mai immaginato. Quante cose si riescono a dire col silenzio. E quanta gente ho visto salutarsi con un bel sorriso. Invece della parola usare lo sguardo, i gesti. Guardare la persona amata negli occhi, poi col silenzio “dire” cose, che a parole forse non saresti riuscito a dire.
    N bel giulan Michil

  4. Antonio

    Cara Joe,
    visto che ieri al suono del gong sei “sparita” volevo inviarti
    un grande saluto e un ringraziamento per i bei momenti che abbiamo
    trascorso.Grazie, grazie.

    A presto

    Antonio

  5. Daniela P.

    Ciao Michil,
    innanzitutto volevo ringraziarti per la vostra ospitalità. E’ stata un’esperienza bellissima. Nel tornare a casa abbiamo detto con Armando:
    “E’ proprio vero che a volte si parla, si parla, si parla… inutilmente e si dicono tante, troppe cose banali. A volte basta davvero solo uno sguardo per capirsi, senza tante parole!” Grazie davvero!
    Un salutone e un abbraccio anche a Joe.
    Daniela

  6. Marina

    Vero è che a quei pochi che abbiamo incontrato non abbiamo detto nemmeno un “buongiorno”
    (sulla passeggiata domenica – cascate del Pisciadù)

    Marina

  7. Sonia

    Il silenzio mi mette in viaggio…
    Un viaggio di ricerca…
    Non si finisce mai di cercare…
    Anche l’attimo appena passato mi deve saper dire qualcosa…
    Altrimenti più avanti andrò a cercarlo

    Sonia

  8. F. S.

    Ho comunicato in modo nuovo, ho scoperto che un sorriso è più facile grazie al silenzio.
    Ho trovato gentilezza, organizzazione, pulizia, buone maniere, ma soprattutto ho capito che è un luogo di grande spiritualità.
    Un grazie di cuore!

    F. S.

  9. S+F

    Lieber Michil!

    Hoffe es geht Dir und Giovanna gut und Ihr habt den gestrigen 1. freien Tag (ohne Gäste)
    schon geniessen können.

    Nochmals vielen Dank für Deine Einladung. Der Day of Silence war eine sehr, sehr schöne
    Erfahrung. Wir waren ja schon ein wenig skeptisch, da wir ja beide nicht gerade “schweig-
    same Kinder” sind, aber jetzt wo ich die Erfahrung gemacht habe, muß ich sagen bin ich
    sehr beeindruckt was im “Inneren” vor sich geht. Dies nicht nur am Tag des Schweigens
    sondern auch im Nachhinein. Ich habe an mir bemerkt, daß andere Sinne in den Vordergrund treten, wie zum Beispiel die “Wahrnehmung” ,die in der Zeit des Nichtsprechens viel größer ist. Schon beeindruckend…
    Es tun sich andere Sichtweisen auf, wenn man sich auch nur vorstellt nicht auf alles immer sofort eine Antwort geben zu müssen….

    In diesem Sinne, wünschen wir Euch beiden einen ganz erholsamen, schönen Sommer, gute Übersiedlung und einen guten Start im neuen Heim…

    Liebe Grüße Euch beiden von den bunten Vögeln aus Bozen

    S+F

  10. Laura

    Oggetto: …in silenzio si parla meglio

    Carissima, deliziosa Regina degli gnomi
    grazie ancora di cuore per la giornata del silenzio trascorsa tra i monti magici della Val Badia! Tutte le 21 ore mi sono rimaste nel cuore e nell’anima così come la bellezza della passeggiata nel bosco tra folletti, fate e lo scroscio delle cascate del Pisciadu. Ti immagino felice e ridente finalmente in vacanza nel vostro rifugio- baita tra le braccia del grande Maestro di Cerimonia.
    Vi saluto a mani giunte con mille sorrisi
    Laura

  11. R.R.

    Die Kommentare werden viele sein, die Kritiken – zumindest die, die Du hörst – weniger, deshalb kurz gesagt: Uns hat es gut getan!
    Der Effekt hat noch bis zum nächsten Tag angehalten (erst am nächsten Morgen haben wir wieder – wenig – gesprochen – zu schade schien es uns, die wohltuende Ruhe zu unterbrechen). R. hat als weiteren Effekt „Deines“ Abends probiert, seine übliche Radrunde ohne Knopf im Ohr (MP3) zu machen und hat die Vögel gehört, die Motorräder die stören gehört, aber abschnittsweise auch die Ruhe genossen. Ich war am Sonntagnachmittag allein im Wald – hab mich an einer wirklich stillen Stelle (was nicht leicht ist!) hingelegt und den Wolken und meinen Gedanken nachgehangen! Vielleicht hat dieser Abend auch bei anderen etwas bewirkt … eine kleine „Stilleaktion“, einen Gedanken, den man sich vorher nie gemacht hatte …. u.a.
    Danke, die Welt lebt (wirklich!) von solchen Menschen (Spinnern?!) wie DU, ich glaube es gibt viele, die die Phantasie, aber nicht den Mut haben, zu sein, zu sagen und zu tun was sie möchten – wie ich z.B. u.v.a.m.

    De bi salüc’

    RR

  12. Carla

    Carissima Joe, carissimo Michil
    Grazie mille per la vostra squisita ospitalità e per la meravigliosa esperienza, che conservo con gioia.

    Un abbraccio forte

    Carla

  13. Aldo

    A tutto il personale dell’Hotel La Perla

    Ringraziandovi ancora per la vostra gentilezza ed ospitalità che mi ha fatto trascorrere un ottimo compleanno mi complimento, sperando si ripeta, per la gioiosa giornata di meditazione e silenzio del 19 settembre.
    Si è’ respirata veramente un’atmosfera particolare, aiutata anche dalle magnifiche montagne che vi circondano.

    A presto,

    Aldo

  14. V+L

    Esiste qualcosa di più grande e più puro
    Rispetto a ciò che la bocca pronuncia.
    Il Silenzio illumina l’anima,
    sussurra ai cuori e li unisce.
    Il Silenzio ci porta lontano da noi stessi,
    ci fa veleggiare nel firmamento dello spirito,
    ci avvicina al cielo,
    ci fa sentire che il corpo
    è nulla più che una prigione,
    e questo mondo è un luogo d’esilio.

    C’è il SILENZIO del cielo prima del temporale,
    delle foreste prima che si levi il vento,
    del mare calmo della sera, di quelli che si amano,
    della nostra anima,
    poi c’è il SILENZIO che chiede soltanto
    di essere ascoltato.

    Vanda e Luca

  15. Francesco

    Ho scoperto la straordinaria potenza della comunicazione non verbale.
    Sguardi, sorrisi, espressioni, poche parole scritte su un foglietto. E’ una forma di comunicazione molto più diretta e profonda. Quella dell’essenza.
    E poi, se invece di dare ascolto alle tante inutile parole che continuamente diciamo e sentiamo, proviamo ad ascoltare noi stessi, gli altri nostri sensi, che troppo spesso diamo per scontati.
    Annusare ripetutamente un bicchiere di vino, assaporarlo molto lentamente, provare ad individuare il vitigno. Cercare di distinguere i sapori e gli ingredienti dei piatti serviti.
    Che gioco meraviglioso.

    I miei complimenti per l’idea e per l’organizzazione impeccabile

  16. Manfred

    A più di una settimana dalla splendida serata trascorsa in silenzio nella romantica atmosfera del Vs. Hotel, il ricordo rimane sempre vivo nel nostro cuore. Abbiamo potuto assaporare il gusto delle pietanze, il profumo del vino ed gustare i momenti magici con sguardi, carezze e sorrisi, senza il bisogno di dover sempre parlare.
    E’ proprio vero che spesso troppe parole non valgono niente. Il silenzio fa stare bene ed aiuta a vivere i momenti della vita in una maniera più profonda e completa.
    Giulan de cör Michil y en gran lalt a Te y a düt to Staff.
    Salüć
    Ariane y Manfred

  17. Patrizia

    Caro Michil, è di nuovo sabato.

    Una settimana è trascorsa dal “Silenzio dolomitico”e tutto procede normalmente o così sembra.

    Dico sembra perché grazie a questa tua “invenzione” sto percependo in me un cambiamento.

    Il Silenzio, come ho già avuto modo di dirti, mi procurava timore, mi sentivo troppo nuda, dovevo comunque riempirlo, se non di parole di suoni.

    Solo nei momenti dei lutti più cari lo ricercavo e lo desideravo, ma era per estraniarmi dal mondo, per vivere il mio dolore.

    Ora al contrario, dal mio rientro, cerco il Silenzio.

    Lo vado a cercare e lo accolgo, mi lascio avvolgere, mi lascio coccolare; si è trasformato in un compagno prezioso e mi fa vivere il mondo che mi circonda in modo diverso.

    E’ quindi un GRAZIE immenso quello che ti mando, per avermi dato modo di trasformare una paura in uno splendido modo di vivere; mi sento arricchita di un dono prezioso che mi regala ancora un po’ più di serenità.

    Un caloroso Grazie anche a Joe, splendida fanciulla che cammina al tuo fianco.

    Un pezzetto di cuore è rimasto lì con Voi e tra quelle sorprendenti montagne che ti nutrono di colori, di profumi, di silenziosa aria magica!

    Un grande abbraccio patrizia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...