Un pensiero su “Da un Silenzio

  1. Guglielmo Servienti

    Si, sono completamente d’accordo sulla riflessione, la capisco molto bene, sono un ammalato dei verdi declivi altoadesini, gravemente ammalato. Capisco il valore del silenzio quando si scende dai prati del Seceda oppure si sale allo Stevia, supremo silenzio alla vista delle Odle, però, giusto per essere un po meticcio anche saper camminare in silenzio per Milano (mia città natale) ha un suo valore si può anche non sentire i rumori ma vedere il passato ed immaginare un futuro attraverso le architetture, gli angoli e pensare, in silenzio, ad un futuro migliore, accogliente a tutti i meticci che vogliono farne parte. Certo si fa un po fatica. Un saluto da una panchina silenziosa guardante la chiesa di Magrè.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...