Sottospecie di cliente

Bun dé Camilla La saluto in ladino (ovviamente) Le scrivo dall’Alta Badia, Dolomiti, e sono un oste. Dei clienti -clienti, non ospiti- che avevamo in Casa -mi piace chiamare Casa il nostro albergo di famiglia- hanno lasciato il tavolo della prima colazione con 5 paninetti un poco mangiucchiati, tre fichi appena toccati, una megaporzione di macedonia e yoghurt dalla quale ne mancava solo un cucchiaio, tre pezzi di torte spezzati a metà e lasciati lì. Hanno ordinato delle uova e non le hanno mangiate. Mi sono arrabbiato tantissimo, ho deciso che non solo non li accetteremo mai più in Casa, ma che, d’ora in poi questa specie -sottospecie?- di clienti verrà ripresa dal sottoscritto. Lo farò in modo garbato ed educato, ma glielo dirò. Sbaglio? La prego, scriva su questa pessima abitudine; buttare via tutto questo ben di Dio, -succede giornalmente- mi fa troppo male.

Saluti cordiali e giulan, grazie.

michil costa, Corvara

◊♦◊

Bun dé Michil Costa, le rispondo con un bel mesetto di ritardo. Capisco il suo scorno – buttare tutto quel cibo è spaventoso – e capisco l’irritazione verso i clienti maleducati. Una volta i genitori ti riproponevano tutto quello che t’eri servito e non avevi mangiato, per giorni, finché non lo terminavi. Non dev’essere stata l’educazione ricevuta dai suoi clienti. Tuttavia mi chiedo una cosa: esiste un mestiere più tremendo del fare l’albergatore? Devi essere a disposizione 24 ore su 24, anche alle 3 del mattino se si brucia la lampadina dell’abat jour di un cliente. Sei come un ospedale, sempre aperto. Per il modo in cui i clienti lasciano le camere, per le cose che si portano via, per quello che invece ordinano e lasciano nel piatto, sei continuamente esposto alla cafonaggine e alla protervia altrui. Poi, tra l’altro, devi anche essere capace di farti venire dei dubbi: perché lasciano tutto quel cibo? Ne ho servito troppo? Era cattivo? Era buono e loro non capiscono nulla? Insomma: un mestieraccio che non ti invidio. Bisogna esserci portati, stringere i denti e non lamentarsi né, secondo me, dare lezioni di vita. Tuttalpiù puoi segnalare che le porzioni sono abbondanti. Come quasi tutti i mestieri, compreso il mio, devi viverlo come se fosse una vocazione. Se no sai che lagna? Questo è il solo consiglio che sento di darti.

Ciao, Camilla – Il forum di CAMILLA BARESANI (link)

Un pensiero su “Sottospecie di cliente

  1. Attilio Dalla Rosa

    Spaventoso è dir poco. La famiglia Costa ha regole ferme, non suscettibili di false interpretazioni. E, soprattutto, sono Badioti. E il loro albergo fa invidia a tanti! Questo perchè è nominato, visitato da giornalisti, VIP, e chi più ne ha più ne metta. Evidentemente quei clienti non ospiti credono di avere tutti i diritti in quanto clienti di quella struttura di livello. La cafonaggine non tarda però a far capolino, e ciò non traspare solo da come trattano il cibo o le camere! I linguaggi, e cito solo un esempio, sono riprovevoli, grassi, altezzosi ecc… Chissà se il Sig. Ernesto Costa è a conoscenza di quanto successo al figlio! E’ ovvio che stringerà i denti, ma quei comportamenti aprono ferite che salano ogni qualvolta si manifestino. Soprattutto se si pensa che la Famiglia Costa viene, sì, da una sana tradizione contadina ma viene anche da una vita di sacrifici e privazioni cui si è dovuta adattare; e questo per avere e portare avanti quella struttura che, purtroppo, costringe ad accogliere i sapienti affettati di cafonaggine. Ma, se conosco Michil, alla prossima occasione non s’accontenterà di certo della parola. Mi piacerebbe che avesse tra le mani un bel bastone…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...