Un viaggio cieco nel futuro

Stiamo andando a tutta manetta attraverso il presente, un viaggio cieco nel futuro. L’ultimo, ennesimo raduno di motociclette non porterà nulla di buono. Le Dolomiti dovrebbero regalarci un presente vivibile, fatto di tranquillità, lentezza, serenità. Invece continuiamo a diseducarci con più rumore più grande più forte. Eppure solo con moderazione e equilibrio riusciremo a fare un turismo brillante, sensato, e remunerativo.

Certo, le Harley stanno per forza, individualità, soprattutto libertà. Ma se questa libertà lede alla libertà degli altri allora non sono più d’accordo; il rumore che si sente in cima a ogni monte mi toglie la libertà di poter passeggiare e scalare in silenzio.

Dobbiamo iniziare a capire il valore delle Dolomiti, non solo come strategia di marketing. Dobbiamo portare loro più rispetto, fare un turismo di qualità, stabilire una forte tutela della montagna dal punto di vista della qualità ambientale.

Eppure si continua a cementificare, a consumare suolo.

Forse però anche qui si renderanno conto che è giunto il momento di preservare e non solo di sfruttare e abusare del grande dono che ci è stato fatto da Dio. Il dono di poter vivere qui, nelle Dolomiti

michil costa

Un pensiero su “Un viaggio cieco nel futuro

  1. luciano

    non è solo una questione harley, il fatto è che il traffico sui passi dolomitici ha raggiunto livelli di totale saturazione, dobbiamo avere il coraggio di fare delle scelte e di cambiare rotta !!! Forza Ladins duc ensema ge la podon fèr.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...