Nuova agonia per i passi dolomitici

 

Ora inizia nuovamente l’agonia elucubrativa, il tira e il molla, il tiritera dei pro e dei contro. Parlo dei pedaggi sui passi dolomitici. Durnwalder, che, come al solito, mira esclusivamente a fare soldi sempre soldi ancora più soldi, lo vuole a tutti i costi. E’ chiaro che questo significa ancora più auto, più parcheggi, più moto soprattutto, che si sentirebbero autorizzati ad andare su e giù per i passi perché paganti.
Si può essere svegli anche senza essere illuminati. La paura è innata nell’uomo, ma se è accompagnata da un po’ di coraggio potrebbe aprire un nuovo capitolo di un turismo trendy, alla moda, fatto di cultura e salute, silenzio e biciclette. Come? Non è difficile: i passi, per qualche ora al giorno, d’estate, devono essere chiusi al traffico, non c’è alternativa.

michil costa

 

La Stampa, 20/01/2012

3 pensieri su “Nuova agonia per i passi dolomitici

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...