Convivenza, che lingua parlerai?

di Alberto Faustini, Alto Adige, 17/08/2014

“Fermandosi sulla scena, non si rischia solo di non capire il retroscena si rischia di non cogliere la forza di un luogo che è costruito sulle diversità e che su questo, sotto e sopra il Monumento, deve investire ogni giorno. La diversità non è fatta solo di accoglienza e di rispetto. Ma anche di comprensione e di contaminazione . Su questo c’ è ancora molto da fare . Ma è una strada in discesa, questa volta.”

Leggi l’articolo:

14.08.17_AltoAdige

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...