Il turismo toccata e fuga non premia

Ho negli occhi l’ennesima campagna pubblicitaria di sensibilizzazione, così si definisce nel gergo del marketing sociale, dedicata ai centauri della strada. Non credo che i cartelloni sparsi qua e là influiscano sul modus operandi dei motociclisti.

Casomai colpiscono l’attenzione degli automobilisti che hanno tutto il tempo di contemplarli stando comodamente seduti in auto. Queste campagne sono poco efficaci perché non appagano l’intelletto dei motociclisti, troppo impegnati a piegarsi in curva e a sfrecciare nei rettilinei. Trentino_140616_1_1

Il gallo cedrone, Pareto, e la perfezione

Dire che la perfezione non esiste è assai riduttivo. Dipende da cosa s’intende per perfezione. E qui si entra nel campo della logica.

La teoria di Pareto, aldilà di percentuali o calcoli matematici, credo sia d’aiuto per separare le poche cose davvero importanti dalle tante meno importanti.

 

cedronel

Ma se usciamo dal razionale, che può divenire scontato come il più banale dei luoghi comuni, ed entriamo nel campo delle forze illeggibili ecco come il ballo del gallo cedrone e il suo canto mattutino in questo periodo dell’anno siano assolutamente perfetti, sospesi tra il sublime e il sacro. Del resto un inno all’amore non è di per sé perfetto? E la perfezione non si palesa quando i Monti Pallidi si tingono di rosso? E non c’è perfezione anche quando le guglie vanno in pezzi? Erano perfezione mentre si sedimentavano, e sono perfezione quando non esisteranno più. Perché la perfezione è insita nella Natura che tutto ha già inventato, e per quanto noi umani vogliamo impegnarci a simulare la Natura, la nostra opera non sarà mai perfezione. Anzi, molto spesso è distruzione. Eppure quante volte impieghiamo, oserei dire sprechiamo il tempo per tentare di raggiungere la perfezione? Il principio di Pareto, uno dei maggiori economisti italiani, potrebbe esserci d’aiuto. La sua legge empirica ‘80/20 o della scarsità dei fattori’ sostiene che la maggior parte degli effetti è dovuta a un numero ristretto di cause.
continua a leggere

DECRESCITA OCCUPAZIONE E LAVORO: NE PARLERÒ IN PARLAMENTO

 lunedì 16 giugno 2014
Roma – Camera dei Deputati

alle 10:30: Günther Reifer parlerà di ECONOMIA DEL BENE COMUNE
alle 14:30: io 
parlerò dell'”UOMO CHE SOGNO”

Perché
utilizzare i giacimenti di energia e di materia che si sprecano

per creare occupazione utile senza accrescere il debito pubblico, si può.

logo1

segui la DIRETTA IN STREAMING su www.decrescitafelice.it!
scarica il Programma e ulteriori informazioni
Ingresso previo accreditamento

“Chi vuole muovere il mondo prima muova se stesso” – Socrate-

think more about

2014

Giornate della Sostenibilità

15  – 17 Maggio

Programma

Segnalibro_17_retro

L’Alto Adige e il Trentino insieme: alto potenziale

La montagna è un patrimonio dell’umanità, non appartiene a qualcuno. Ritengo che debba essere condivisa da tutti quelli che si vogliono avvicinare ad essa con attenzione. Personalmente l’associo ad un’idea di spiritualità. la montagna che verrà

 

estratto da “La montagna che verrà? Passa tutta per il Trentino” di Paolo Piffer per il Trentino, 03/04/2014

L’ambientalista “legge” la montagna

LA MONTAGNA CHE VERRÀ

Sabato 05 aprile 

dalle 15 alle 16 appuntamento a Palazzo Geremia a Trento

parleranno della montagna che verrà: 

Mauro Corona

Michil Costa

Ilaria Vescovi

Lorenzo Dellai

Stefano Torrione
Cattura

 

 

tutto il programma

LA GENTILEZZA CHE DOBBIAMO RITROVARE

Sono felice quando salgo su questi monti. Sono contento anche quando le guardo le Dolomiti, per la pace e la gioia che mi infondono. Il mio umore cambia, invece, quando vedo politici opportunisti e affaristi che agiscono senza rispetto per quel che li circonda. E divento nero quando mi accorgo che stanno reinventando strategie turistiche secondo la formula “all you can eat”: mangia tutto quello che riesci a ingurgitare. Uno specchietto per le allodole usato da esercizi ricettivi di basso livello per attrarre le grandi masse.

2014.04.01_La gentilezza che dobbiamo ritrovare_Alto Adige