100 tibetani bruciati vivi

È stato raggiunto il tragico traguardo della 100esima autoimmolazione in Tibet, quale atto di protesta contro l’oppressione cinese.

Oggi la giornata mondiale dei diritti dell’uomo

I diritti universali dell’uomo dovrebbero essere un’ovvietà. Non è ancora così. In Tibet, a causa dell’occupazione cinese, la situazione è drammatica.

1 millione è il numero di tibetani, la cui morte è dovuta a imprigionamento, tortura ed esecuzione da parte del governo Cinese.

28 sono i tibetani che si sono dati fuoco nel mese di novembre.

Tibetan self immolation

Continua a leggere “Oggi la giornata mondiale dei diritti dell’uomo”

Il Tibet sta bruciando

Dharamsala, Tibet. Lunedì Wangchen Norbu, 25 anni, si è dato fuoco nei pressi del Monastero Ling. Sono ben 15 le persone che nel mese di novembre si sono incendiate nel disperato tentativo di attirare l’attenzione del mondo sulla drammatica situazione del popolo tibetano. Le forze armate cinesi sono sempre più presenti in Tibet, sopprimendo nel silenzio ogni minimo atto di protesa.

Continua a leggere “Il Tibet sta bruciando”

L’ennesima immolazione, in silenzio

E’ passata praticamente sotto silenzio, almeno in Italia, l’ennesima autoimmolazione di Tamdrin Thar, 50enne tibetano che si è tolto la vita venerdì 15 giugno davanti ad un campo paramilitare della polizia popolare cinese nella contea di Jianzha, in tibetano Chentsa. Continua a leggere “L’ennesima immolazione, in silenzio”

Altre immolazioni in Tibet

Domenica 27 maggio: due tibetani si sono dati fuoco davanti al tempio Jokhang, nel centro della capitale Lhasa.
Une dei due uomini è Dorjee Tseten, un 19enne di Bhora, le autorità cinesi ne hanno riportato la morte.

Continua a leggere “Altre immolazioni in Tibet”

Quella fotografia del tibetano suicida

Michil Costa, Presidente Costa Family Foundation – mi riferisco alla pubblicazione delle foto dell’ immolazione del monaco tibetano Lobsang Sherab. Appena ho visto quella pagina, ho pensato subito male, anzi, malissimo. I media hanno un’ esecrabile tendenza a spettacolarizzare tutto, anche tragedie come quella del povero Sherab, che ha sacrificato la sua vita a soli vent’ anni per la causa tibetana. Continua a leggere “Quella fotografia del tibetano suicida”